Informazioni personali

La mia foto

La tua casa ha problemi di: stabilità, infiltrazioni, allagamenti, lesioni o altri dissesti naturali? 
Hai trovato chi fa per te e ti può aiutare a fare la scelta giusta. Venti anni di esperienza nelle indagini geologiche specie in piccoli lavori su frane, lesioni, allagamenti, prove in sito, verifiche sismiche. Dispongo di numerosa e importante attrezzatura per svolgere indagini (quando serve!) precise ed in autonomia.
Stai acquistando casa? Sei proprietario? Vuoi sapere se la tua casa è adeguata ai pericoli geologici del territorio in cui è costruita (allagamenti, frane, terremoti)? 
Per legge chi costruisce deve provvedere a proteggere l'edificio dagli agenti esterni quali le acque di falda, piene torrentizie e fenomeni meteo, inoltre deve attenersi a norme antisismiche precise . La relazione geologica a corredo dei progetti (se ben fatta) tratta queste problematiche e da circa 40 anni vincola il progettista a tenerne conto.       
Noi ti aiutiamo a controllare se e come furono segnalate criticità e necessità di progettazione, oppure analizziamo un sito dove costruire/ricostruire.
La tua casa è sicura e a norma ?

venerdì 16 maggio 2014

Parole Sante! Geologo e sua RESPONSABILITA'

In una discussione dal titolo un po' astruso, di cui riporto il link a fondo pagina, un collega campano scrive queste sacrosante parole che dedico a tutti i colleghi che si ritrovano senza lavoro per merito di altri che squalificano in modo avvilente la nostra bella professione, per la poca stima che hanno in quel che fanno.

"...alla fine questi lavori li fanno sempre gli stessi che al contempo vengono etichettati come quelli buoni a fare solo il classico pezzo di carta utile al deposito al Genio Civile. Nulla di personale collega la mia è solo una considerazione su certi incarichi che tutti dovrebbero non fare e per i seguenti motivi:
1) Il lavoro è (fatto) quasi gratis, ma la responsabilità del geologo assolutamente no;

2) Con una prova penetrometrica non puoi assolutamente caratterizzare un area di sedime di un muro a meno che la lunghezza non sia inferiore a 10 metri, potresti avere due profili geotecnici totalmente differenti agli estremi
3) Il DL030 (penetrometro leggero DPM o DPML) non è riconosciuto come strumento geotecnico tanto è vero che non te lo possono certificare.
Da queste parti 
(in tutta Italia direi) così si lavora?  Certo, ma perché i notai non lavorano così eppure rilasciano solo un pezzo un carta, forse perché loro si definiscono professionisti? O forse perché sanno che con 10 lavori annui a 300 euro non si campa?
Aggiungendo ripeto che il rapporto medio compenso/responsabilità professionale è almeno 300 euro / 30.000. euro in caso di richiesta danni.

Chiudo la polemica che ripeto non è nei tuoi confronti consigliandoti:
1) Limitati agli aspetti geologici e dai solo indicazione di massima sui parametri geotecnici:
2) Scrivi nella relazione che: "le indagini che hai eseguito sono sufficienti per ricostruire il modello geologico, ma per il modello geotecnico e quello sismico sarà il progettista/strutturista a decidere se le fasi d'indagini possono ritenersi concluse così come indicato nel cap. 6 delle NTC 2008" "


tratto da u post di Ferry:
 link a geoforum

Nessun commento:

Posta un commento

Salve i commenti e le richieste sono ben accette e verranno letti sicuramente.