Informazioni personali

La mia foto

La tua casa ha problemi di: stabilità, infiltrazioni, allagamenti, lesioni o altri dissesti naturali? 
Hai trovato chi fa per te e ti può aiutare a fare la scelta giusta. Venti anni di esperienza nelle indagini geologiche specie in piccoli lavori su frane, lesioni, allagamenti, prove in sito, verifiche sismiche. Dispongo di numerosa e importante attrezzatura per svolgere indagini (quando serve!) precise ed in autonomia.
Stai acquistando casa? Sei proprietario? Vuoi sapere se la tua casa è adeguata ai pericoli geologici del territorio in cui è costruita (allagamenti, frane, terremoti)? 
Per legge chi costruisce deve provvedere a proteggere l'edificio dagli agenti esterni quali le acque di falda, piene torrentizie e fenomeni meteo, inoltre deve attenersi a norme antisismiche precise . La relazione geologica a corredo dei progetti (se ben fatta) tratta queste problematiche e da circa 40 anni vincola il progettista a tenerne conto.       
Noi ti aiutiamo a controllare se e come furono segnalate criticità e necessità di progettazione, oppure analizziamo un sito dove costruire/ricostruire.
La tua casa è sicura e a norma ?

mercoledì 15 giugno 2016

Scroscio di piogga torrenziale nella collina di Moncalieri

Ieri, 14 giugno 2016, ho potuto constatare di persona la fase terminale di un flash flood sul territorio di Moncalieri. La quantità di pioggia non è stata rilevata da ALCUN pluviometro della collina. Probablmente qualche pluviometro amatoriale avrà registrato qualcosa...  Unico modo di verificare la quantià di pioggia scesa, misure in contenitori occasionali. A occhio tra le 19,30 e le 20, ma forse in tempo ancora più breve, sono scesi decine di millimetri d'cqua, ovvero decine di litri il metro quadro.
I pluviogravi ufficiali situati in città SMI (Collegio Carlo Alberto) non segnalano che pochi (6,5 mm) di pioggia, eppure le strade della collina si sono trasformate intorno alle 20 in fiumi di limosi trascinando ogni oggetto fluitabile a valle. Più attendibile il dato della stazione Arpa Piemonte situata nel parco della Vallere, in sinistra Po, distante però dalla collina ma allineato alla zona dell'evento più intenso, che fornisce un dato di ben 45 litri d'acqua per metro quadrato, che suppongo interpolando i dati, sia caduta in circa un'ora o meno.
Gli orari indicati sono UTC quindi bisogna aggiungere 2 ore, ogni trattino in ordinate sono 3 ore

Le portate dei rii collinari si sono ingrossate come mai nell'anno, ma proprio per la condizione di grande impermeabilizzazione della superficie collinare e la ridotta sezione di molti rii collinari che sono intubati fino a valle, le strade hanno trasportato con grande velocità, le acque in eccesso a monte (con velocità ancora maggiore rispetto ai corsi d'acqua).  In molte zone di pianura ai piedi della collina i chiusini stradali sono esplosi per la grande pressione d'acqua in arrivo, allagando con alcuni decimetri d'acqua le strade principali (corso Torino, corso Moncalieri, strada Genova) e i piani terreni ed interrati degli edifici a valle. Su strada Revigliasco il ponticello dell'omonimo rio è stato sormontato co diversione delle acque verso le case poste a valle.

Il fenomeno ha riguardato  la collina di Moncalieri tra il confine con Torino ovvero la Zona del Fioccardo fino a Testona e Revigliasco.

Allego, l'unico articolo con immagini a tutt'oggi presente in rete.
articolo su La Stampa

Se qualche lettore ha informazioni più precise sull'inzio dell'evento, sui mm di pioggia caduti o su danni, li aggiunga, grazie.

Nessun commento:

Posta un commento

Salve i commenti e le richieste sono ben accette e verranno letti sicuramente.